Organizzare i nostri viaggi durante la primavera può essere una buona occasione per visitare una città senza il rischio di dover affrontare il clima rigido dell’inverno o di restare senza fiato in torride giornate estive. Inoltre, dato che non è uno dei periodi più gettonati, è possibile trovare delle vere e proprie occasioni!
Vediamo insieme qualche idea per organizzare un bel viaggio tra aprile e maggio.

 


Olanda: Amsterdam e dintorni

Quello della primavera è il periodo ideale per visitare Amsterdam per il clima e per assistere allo spettacolo straordinario della fioritura dei tulipani!
Il periodo migliore per vedere i tulipani in fiore è tra la metà di aprile e la prima metà di maggio, quando sbocciano più varietà. Noleggiare una bicicletta è senza dubbio il modo migliore per scoprire l’Olanda e godere dello straordinario panorama dei campi in fiore e dei famosissimi mulini. Spostarsi in treno o con battelli è molto semplice anche quando abbiamo con noi la bici, pagando un supplemento.
Alla fine di aprile, inoltre, l’Olanda celebra il Koningsdsg: in occasione del compleanno del re Guglielmo Alessandro, tutto il Paese si tinge di arancione, il colore della famiglia reale. Questa festa nazionale è l’unica occasione in cui non sono richieste autorizzazioni per vendere merci in strada e le vie di tutti i centri olandesi si riempiono di mercatini delle pulci.
Su holland.com, il sito dell’ente del turismo olandese, è possibile trovare molte informazioni utili per pianificare il viaggio. Il nostro consiglio è quello di organizzare il prima possibile, sia per contenere le spese che per riuscire a trovare posto: i tulipani in fiori e il Giorno del Re richiamano, ogni anno, milioni di visitatori da tutto il mondo.

Se l’Olanda sarà la meta del tuo viaggio primaverile, ricordati che probabilmente farà più freddo che in Italia! Per la valigia punta su indumenti comodi ma che possano tenerti caldo, come le felpe. Non dimenticare qualcosa di impermeabile per far fronte a eventuali giornate di pioggia e, per sicurezza, porta anche qualcosa che sia adatto a occasioni più eleganti. Soprattutto se non starai in viaggio per molti giorni, l’ideale è puntare su qualcosa che non necessiti di essere stirato. Oltre a scarpe comode per camminare, porta delle scarpe eleganti ma non troppo impegnative: i tacchi alti, per esempio, rischiano di essere uno spreco di spazio prezioso nella tua valigia.

 


Portogallo: Algarve

L’Algarve è la regione a sud del Portogallo. Con i suoi 150 chilometri di costa affacciati sull’Oceano Atlantico è una delle mete più famose, in Europa, per la ricchezza e la bellezza straordinaria del suo paesaggio. Molti dei siti naturali dell’Algarve sono aree protette e sono tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Il principale aeroporto in questa zona è quello di Faro. Da qui, il modo più pratico per visitare l’Algarve è il noleggio di un’auto: consiglio di preparare un piano di viaggio piuttosto dettagliato prima di partire, prenotando pernottamenti in diverse località della regione, che è davvero la meta ideale per una vacanza itinerante. Una delle spiagge più famose è Praia da Marinha, tra Portimao e Albufeira, che è considerata addirittura una delle spiagge più belle al mondo. Qui troverete diverse piccole baie, circondate da maestose scogliere con archi e grotte naturali. Quella nella foto, invece, è la Grotta di Benagil, raggiungibile dall’omonima spiaggia, che si trova nella zona di Carvoeiro, a est di Faro. Oltre alla costa, di una bellezza mozzafiato, anche l’entroterra dell’Algarve merita una visita per il paesaggio collinare e i suoi piccoli villaggi dove il tempo sembra essersi fermato. E non dimentichiamo le città: la stessa Faro, capitale dell’Algarve, offre un bellissimo centro storico, racchiuso da antiche mura. Il suo Mercato comunale vi trasporterà in un turbinio di profumi e sapori della tradizione. Per gli amanti della movida una meta d’obbligo è Albufeira: il villaggio più grande e più “a misura di turista” della costa offre tantissime opportunità per chi cerca divertimento notturno.

Parola d’ordine, comodità: preparando la valigia fai in modo di avere tutto il necessario per camminate nella natura. Per le escursioni in spiaggia potranno tornarti davvero utili delle ciabatte antiscivolo, o ancora meglio dei sandali sportivi. Di solito sono davvero brutti, lo so: ma sarebbe una tragedia non poterti lanciare all’avventura, alla scoperta di calette paradisiache e grotte misteriose, pur di salvare il tuo stile! Caldamente consigliata anche una buona macchina fotografica per immortalare i momenti più belli e la bellezza straordinaria che ti troverai di fronte (ma non esagerare: goditi ogni istante senza l’ansia di foto e social!).

 


 

Marocco

Il periodo tra aprile e maggio è uno dei migliori in assoluto per organizzare un viaggio alla scoperta del Marocco.

Il Paese si affaccia sull’Oceano e, a nord, sul Mediterraneo: offre davvero tante possibilità per una vacanza all’insegna del mare e del divertimento. Il Marocco, però, è una meta perfetta anche per un viaggio alla scoperta delle sue bellissime e antiche città: nella foto, la famosa Chefchaouen. Straordinaria perla incastonata tra le montagne a nord del Marocco, è nota in tutto il mondo per le sue strade e case immerse nel blu. Tra le località più note in Marocco spiccano, naturalmente, le Città Imperiali, scelte come residenza dalle diverse dinastie regnanti, nei secoli: Fes, Marrakech, Rabat e Meknes.
Rabat è oggi la capitale marocchina: si trova sulla costa atlantica ed è ricca di monumenti e luoghi storici. Da visitare, la medina: qui, da generazioni, gli artigiani lavorano tessuti, pellame, oro, argento e, ovviamente, i rinomati tappeti di Rabat.
Fes si trova all’interno, nel nord del Paese, è Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Per il suo grande patrimonio culturale è chiamata anche Firenze del Maghreb! A maggio la città ospita il Festival di Musica Sacra, una delle principali attrazioni culturali, e le sue strade si animano con musica da tutto il mondo. A qualche chilometro da Fes troviamo Meknès. La medina e il palazzo reale della città sono considerati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Nelle vicinanze si trova Volubilis, il sito archeologico romano più grande del Marocco e patrimonio UNESCO. Anche Marrakech si trova nell’interno, quasi 500 km a sud di Meknes. La città di Marrakech offre davvero tante cose da fare e attrazioni da visitare, come la piazza  Jemaa El Fna che secondo Lonely Planet è tra le più belle al mondo.

Come non citare, poi, la possibilità di fare avventurose escursioni nel deserto? Puoi scegliere tra una vastissima gamma di esperienze, come escursioni con i dromedari e pernottamento in accampamenti immersi nel deserto! Soprattutto se dormirai nel deserto, la tua valigia dovrà assicurarti di essere pronta a temperature molto alte, ma anche decisamente basse: l’escursione termica nelle ore notturne può essere notevole.

Organizzerai un viaggio in una di queste destinazioni? O sei in partenza per altre mete?
Aspetto il tuo racconto e, perché no, una cartolina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento