roma

Il nostro Paese custodisce un’infinità di luoghi magnifici e a pochi chilometri dalle grandi città ci aspettano borghi medievali, spiagge, oasi naturalistiche…
Per i fortunatissimi abitanti di Roma non c’è che l’imbarazzo della scelta.
Ecco 5 mete imperdibili a poca distanza dalla città:

ISOLA DEL LIRI

A 1 ora e 30 da Roma ecco un paesino incantato, incastonato in un’altura tra i due rami del fiume Liri. Il borgo ha una caratteristica che lo rende unico: una meravigliosa cascata di 27 metri proprio nel mezzo del centro storico. Dopo averla ammirata non perdetevi un bel piatto di rigatoni con la pajata e il pecorino con le fave.

SPIAGGIA DI NETTUNO

Se la Primavera vi piace ma dopo un inverno piuttosto freddo siete alla ricerca di luoghi dal sapore estivo, non posso che consigliarvi la spiaggia di Nettuno, che dista soltanto un’oretta dalla stazione Roma Termini. Se non conoscete Nettuno vi sorprenderà. Prima di godervi la spiaggia fate una bella passeggiata nel suo borgo medievale e visitate il Porto Turistico. Merita anche Forte san Gallo, una fortezza cinquecentesca voluta da Cesare Borgia in persona. Molto interessante al suo interno il Museo dello Sbarco Alleato, che ripercorre uno degli episodi decisivi della Seconda Guerra mondiale per la Liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo.

BORGO DI VITORCHIANO

Dista soltanto 1 ora e 15 minuti circa da Roma il meraviglioso borgo di Vitorchiano. Ci troviamo in provincia di Viterbo, nei pressi di Orte. Questa perla medievale è arroccata a 285 metri di altezza ed è costruita a strapiombo su una rupe di peperino, una roccia magmatica dal colore grigiastro tipica di queste zone e dei colli Albani.
Basteranno pochi passi e vi sembrerà di vivere in un altro tempo. Godetevi ogni singolo vicolo, le sue Chiese, le piazzette, le cinte murarie, le torri e le case a strapiombo. Poco distante dal borgo c’è un monastero di clausura di monache Trappiste: imperdibili le loro marmellate che vengono vendute a orari precisi. https://www.trappistevitorchiano.it/

CIVITA DI BAGNOREGIO

Tra i miei primi ricordi dell’infanzia c’è l’immagine di un asinello che avanza su un lungo ponte di pietra verso una città arroccata tra due burroni. Si tratta di Civita di Bagnoregio, quasi al confine con l’Umbria, un borgo di 16 abitanti arroccato sulla pietra a 440 metri sul livello del mare, stretto fra i due burroni del Rio Chiaro e del Rio torbido. Ha origini antichissime e fu fondata dagli etruschi 2500 anni fa. Un tempo definita la “città che muore” sta vivendo finalmente una fase di rinascita grazie al flusso turistico in costante aumento. Imperdibile.

RISERVA NATURALE DEL LAGO DI VICO

Per chi volesse approfittare di una giornata all’insegna della natura, vale la pena citare la Riserva Naturale del Lago di Vico, estesa per circa 3200 ettari e ricca di una grande varietà di ambienti naturali e fauna. Vale la pena visitare questo luogo anche per ammirare i boschi di castagni, faggi e cerri.

Il lago, di origine vulcanica, vanta il primato di altitudine tra i grandi laghi italiani con i suoi 510 metri sul livello del mare. Nei pressi del Lago non perdetevi una visita al Palazzo Farnese di Caprarola, una stupenda fortezza cinquecentesca a pianta pentagonale costruita per Alessandro Farnese, nipote di papa Paolo III.

Judith Jaquet

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento