Il Giro d’Italia 2018 partirà da Israele. Un piccolo assaggio di questa Terra ricca di storia e tanta voglia di fare sport

Per la prima volta nella sua storia la corsa rosa partirà fuori dall’Europa legando due città dal grande valore morale e culturale: si parte il 4 maggio da Gerusalemme per arrivare il 27 maggio Roma. Le prime 3 tappe si svolgeranno in Israele: la cronometro di Gerusalemme (9,7 km) sarà dedicata a Gino Bartali, prima dei 2 arrivi a Tel Aviv ed Eliat.

Alessandro Ballan, Maurizio Fondriest, Paolo Savoldelli, Gilberto Simoni e Andrea Tafi, vecchie glorie del ciclismo italiano, su invito del ministero del Turismo Israeliano, hanno visionato e testato in sella alle loro biciclette da corsa le strade di queste tappe. Una simulazione delle prove che tra 2 mesi vedranno sul podio la prima maglia rosa 2018. L’emozione è stata tanta, si leggeva nei loro occhi! E, a differenza dei corridori che lotteranno per arrivare al traguardo con una manciata di secondi in meno, sono stati dei privilegiati che hanno potuto pedalare godendosi un panorama immerso nella Storia.

Gerusalemme

Yerushalaim in ebraico, Al Qods in arabo, Jerusalem per i cristiani… La Città Santa alle tre grandi religioni monoteistiche con i suoi 3000 anni di storia, è un posto magico. Ogni angolo, ogni pietra trasudano storia e un viaggio in questa splendida città lascia un segno indelebile. Dal Muro del Pianto alla Spianata delle Moschee, tutto ci parla di Dio, un Dio per tutti unico ma esclusivo, che ha prodotto una storia tormentata e drammatica, con guerre, conquiste e occupazioni. Ma un viaggio a Gerusalemme per noi è soprattutto un’immersione nei luoghi simbolo della cristianità: si può ripercorrere il calvario di Gesù dalla Via Crucis alla Basilica del Santo Sepolcro e visitare i luoghi sacri come il Monte degli Ulivi, la Tomba della Vergine ed il Monte Zion. Una terra di pace, la Terra Santa per antonomasia dove ancora oggi esistono divisioni e conflitti nonostante le incredibili bellezze del luogo.

 

 

Eilat

Eilat è considerata la capitale del turismo israeliano; è la città che si trova più a sud, bagnata dalle acque cristalline del Mar Rosso. Attrezzata con hotel lussuosi, ristoranti, club e splendide spiagge è la destinazione perfetta per chi ama scappare in inverno per ritagliarsi una parentesi di sole e di mare. Sia come città portuale che come luogo di villeggiatura e di svago, Eilat ha una storia che risale ai tempi biblici, quando era considerata un centro strategico per via della sua ubicazione geografica e per la sua vicinanza al Mar Rosso, la Giordania e l’Egitto. Sin dal 1950 era considerata la principale meta turistica in Israele per il turismo interno e internazionale, con circa tre milioni di visitatori all’anno. Oltre a essere un paradiso per i viaggiatori di tutto il mondo amanti del sole, Eilat è anche conosciuta per le attività sportive e ricreative, inclusi gli sport estremi e le gare di sport acquatici. Il triathlon nel deserto, le competizioni di nuoto in mare aperto e le gare di bikini fitness attraggono atleti provenienti da tutto il mondo.

 

 

 

 

 

 

Tel Aviv

Un detto popolare israeliano recita: “Gerusalemme prega e Tel Aviv si diverte”. Tel Aviv è la storica capitale d’Israele, l’altra città come Eilat per i turisti che qui trovano tutto quello che serve per divertirsi. La metropoli israeliana è il centro più vivace di tutto il Paese. Fondata nel 1909, Tel Aviv (che in ebraico significa Collina della Primavera) è la città con l’area metropolitana più grande e popolosa d’Israele, nonché il principale centro economico e finanziario dello Stato. Perdersi tra i vicoli costeggiati di case bianche in stile Bauhaus è un’esperienza che vale la pena fare almeno una volta nella vita e permette di capire perché la luminosità degli edifici le ha fatto guadagnare l’appellativo di Città Bianca. Sul lungomare in ogni ora del giorno si vedono runner o persone che ricercano la forma fisica andando in bici. Fitness e benessere sono le parole d’ordine di giorno, mentre di notte è assicurato un divertimento non stop.

 

 

 

 

 

 

4 Comments

    • Ciao Mariagrazia, assaporare le bellezze di questa Terra è stato un privilegio. Un abbraccio e a presto!

  1. Oltre ad essere bellissima scrivi benissimo e sei molto preparata! Si vede che quello che fai lo fai con passione!

    • Grazie mille Gianluca. Per me è solo un piacere avere la possibilità di condividere le mie esperienze. Buona giornata di sole 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento