Quante volte prendi la macchina? Tieni il condizionatore sempre a manetta? Cosa mangi di solito? Queste sono le domande che servono per capire quanto il nostro stile di vita pesa sull’ambiente. Per conoscere l’impronta ecologica della nostra vita ci viene incontro uno strumento – lo trovi qui – ideato dal Global Footprint Network. Si tratta di una serie di domande a cui possiamo rispondere spuntando caselle e spostando il cursore a destra e sinistra. La Global Footprint Network è l’organizzazione che ha lanciato l’Overshoot Day, il giorno simbolico dell’anno in cui un Paese singolo o il Mondo intero finisce di usare le risorse naturali a disposizione. Da quel giorno fino alla fine dell’anno la vita va avanti in debito con l’ambiente.

 

via GIPHY

La cosa impressionante è che questo giorno arriva sempre prima sul calendario. Quest’anno cade il 23 maggio in Italia. Nel nostro Paese è dal 1965 che la nostra impronta ecologica eccede la disponibilità di risorse per persona, la cosiddetta “biocapacità“. E da allora il divario è cresciuto incredibilmente. Ad oggi servirebbe una superficie grande 4,3 volte l’Italia per permettere a noi di mantenere lo stile di vita che abbiamo raggiunto.

Come possiamo, nel nostro piccolo, ridurre il debito che abbiamo con l’ambiente? Potremmo scegliere di usare più frequentemente i mezzi pubblici, usare auto ecologiche, magari scendere in garage o in cantina e usare la bicicletta per andare a fare la spesa. Al supermercato potremmo fare più attenzione e scegliere di comprare meno carne e più verdura. Potremmo evitare di avanzare la cena e buttarla via, ma conservarla per il giorno dopo. Se tutti noi nel mondo decidessimo di non sprecare più cibo, l’Overshoot Day si sposterebbe di 11 giorni in là nel calendario.

Provate anche voi a fare questo test! Poi ditemi 😉

 

Silvia Turci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento