In questi giorni non si sente altro che “questa primavera non ne vuole sapere di partire”, la “primavera è impazzita”, “ma dov’è la primavera?” Noi che lavoriamo a stretto contatto con i meteorologi sappiamo bene che, in realtà, questo tempo rientra in pieno nelle caratteristiche di una primavera normale. Il sole c’è ma viene disturbato da frequenti temporali pomeridiani. Questo è quello che in meteorologia viene definito “tempo instabile“, un tempo assolutamente usuale per la primavera. E quindi tra parentesi di sole e fasi di maltempo, la primavera ci porta a piccoli passi del freddo inverno alla calda estate. Certo, gli sbalzi sono dietro l’angolo perché a volte, proprio perché è una transizione, il processo ha le sue ricadute, riportando il fresco e tanta pioggia, oppure anticipa troppo i tempi facendoci illudere di essere già a luglio.

via GIPHY

Forse ci sembra strana perché ci siamo abituati (male) gli anni scorsi. Se vi ricordate, l’anno scorso, la primavera si è trasformata in vero e proprio anticipo d’estate. Poca pioggia e tanto caldo per lunghi periodi di tempo. Per fortuna – mi permetto di dire – però questa volta non si sta ripetendo! La pioggia ci vuole proprio dopo mesi di siccità e per il caldo… possiamo anche aspettare. Lo so… non sono proprio una fan sfegatata del caldo… ma c’è tempo per tutto!

Quest’anno che la mezza stagione esiste davvero, godiamocela! Le giornate sono belle e soleggiate, quindi occhiali da sole e magari, almeno al mattino e alla sera, un cappottino o un maglioncino non guastano. Verso sera non dimenticherei di prendere un ombrello. Io ne tengo sempre uno piccolo nella borsetta, you never know! Questo è tutto quello che serve. Se poi siete nerd  o appassionate come noi, un’occhiatina al radar non fa mai male. 😉

La bellezza della primavera è anche questa. Il tempo diventa interessante, mutevole e sorprendente! In pochi minuti dal sole si passa alla pioggia, anzi, a volte piove anche con il sole! Il cielo primaverile è maestoso e colorato, ricco di nuvole dalle mille forme e dai mille colori. Come non apprezzare questo spettacolo della natura? La prossima volta dopo una giornata di lavoro, invece che fissare lo schermo della tv, provate per una volta a guardare il cielo della sera. Nessun film può reggere il confronto con questo vivace splendore.

 

via GIPHY

 

E voi, me la pensate?

 

 

Silvia Turci

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento