In occasione di San Valentino, come per feste di compleanno e Natale, le candele sono un elemento davvero importante per creare la giusta atmosfera. Peccato che, nel caso delle candele sintetiche e industriali, non sia solo profumo e romanticismo quello che viene liberato nell’aria!
Un ingrediente importante nella produzione di questo tipo di candele, infatti, è la paraffina: si tratta di una sostanza chimica derivata dal petrolio. Non proprio il massimo, insomma, soprattutto in ambienti chiusi o in presenza di bambini.

La soluzione? Il fai da te, con ingredienti rigorosamente naturali.
Non fare quell’espressione scettica: è un procedimento molto meno complicato di quello che pensi!

Di cosa avrai bisogno?

L’ingrediente base per realizzare le nostre candele naturali sarà la cera di soia, realizzata con l’olio che si ricava dal famoso vegetale. Oltre a chiari vantaggi dovuti all’assenza di sostanze tossiche (ragione più che sufficiente per scegliere senza dubbi questa cera vegetale) le candele di soia sono migliori di quelle sintetiche in paraffina perché bruciano molto più lentamente e la cera è idrosolubile, quindi è decisamente più semplice da lavare e basta poco anche per toglierla dalla tovaglia nel caso sgoccioli.

Trovare la cera di soia è più semplice di quanto, probabilmente, ti aspetti: la troverai facilmente, sotto forma di scaglie, nei colorifici, nei negozi o mercati bio e, ovviamente, online.
Ti servirà anche del cotone grezzo che userai per realizzare lo stoppino delle tue candele: farlo da te sarà facile e veloce. Potrai trovare anche gli stoppini pronti in commercio, ma spesso sono realizzati con prodotti chimici e le sostanze che emettono bruciando rischiano di vanificare tutto il nostro lavoro per produrre candele naturali!
Il colore delle tue candele fatte in casa sarà chiaro, simile a quello della panna, ma puoi procurarti facilmente prodotti naturali anche per colorare, decorare e profumare le tue candele! Per avere candele profumate ti occorrono semplici olii essenziali naturali. Tieni conto che il loro profumo naturale non sarà intenso come quello dei prodotti sintetici usati per produrre le candele industriali. Per colorare le candele, invece, possiamo rivolgerci alle spezie, eccezionali coloranti naturali! Lo zafferano e la curcuma, per esempio, permettono di ottenere candele gialle. Per un rosso, più romantico e passionale, puoi sbriciolare dei pomodori secchi o frutti rossi.
Inserendo nella cera sciolta alcuni elementi decorativi daremo un tocco in più alle nostre candele. Qualche idea? Vanno bene per esempio delle fette d’arancia essiccate, chicci di caffé, petali o boccioli di rosa e persino dei semplici rametti secchi.
Prima di realizzare le candele è necessario preparare i contenitori: da questi dipenderà la forma delle tue creazioni. Può essere l’occasione ideale per riciclare vecchie tazze, bicchieri o contenitori. I barattoli di vetro, ad esempio, sono perfetti e super alla moda!
Tieni pronti anche qualcosa per tenere dritto lo stoppino della candela nell’attesa che la cera si solidifichi. Vanno bene per esempio delle matite o mollette da bucato.

Tutto pronto? Scopriamo la ricetta per realizzare le candele naturali!

– lava e asciuga con cura il contenitore dove metterai la cera, soprattutto se trasparente: è importante eliminare qualsiasi traccia di cibo o della colla delle etichette, oltre che, naturalmente, la polvere.
sciogli la cera di soia a bagnomaria, mescolandola. Quando è pronta, aggiungi eventuali colori o profumi naturali e mescola un’ultima volta prima di versare la cera nei contenitori, lasciandone da parte un pochino per realizzare gli stoppini.
– prepara gli stoppini immergendo il cotone grezzo nella cera sciolta, quindi asciugali con della carta forno. Attenzione a non scottarti!
– inserisci gli stoppini nella cera, all’interno dei contenitori. Cerca di metterli al centro del contenitore e di farli stare dritti chiudendoli tra due matite, due bastoncini o con una molletta da bucato. Se hai preparato fette d’arancia, fiori essiccati o altri elementi per decorare la candela, è il momento di inserirli!
– prima di accendere la candela porta pazienza: meglio aspettare che solidifichi del tutto lasciandola riposare almeno per una notte.

Aspettiamo le foto delle vostre creazioni e nuovi suggerimenti per tante idee green!
Buon San Valentino!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento