Una grande festa dedicata a chi ama l’attività sportiva declinata in tutte le sue forme: domenica 3 giugno si celebra la Giornata Nazionale dello Sport! L’evento coinvolge tutto il Paese all’insegna della passione per l’attività motoria, attraverso la promozione e la valorizzazione di tutte le discipline. Moltissime le iniziative in programma nei vari Comuni italiani. Tema di quest’anno, “Lo sport difende la natura”. Ci si vuole, dunque, allineare con i principi che staranno alla base delle Olimpiadi in programma a Tokyo nel 2020.

L’Agenda del Comitato Olimpico Internazionale prevede infatti che si debba perseguire la sostenibilità ambientale, partendo dalla responsabilità che lo sport detiene sia sull’educazione dei ragazzi che sul piano sociale in generale, e tutelando l’ambiente naturale che ci circonda. La Giornata Nazionale dello Sport si svolgerà sotto la direzione del CONI in collaborazione con le varie amministrazioni pubbliche e con associazioni e organismi operanti nel settore.

Che praticare regolarmente attività fisica sia una tra le migliori abitudini che noi possiamo avere, d’altra parte, è noto sin dall’alba dei tempi. Lo sport è un toccasana non soltanto per il benessere fisico, ma anche- e, forse, soprattutto- per quello mentale. È infatti una validissima “arma” per combattere stress, ansia e depressione. L’attività motoria, inoltre, rappresenta un grande aiuto alla socializzazione. Non a caso, fin dall’antichità si svolgevano gare e tornei. Chi pratica sport, oggi, è assolutamente consapevole che il risultato sarà sentirsi meglio, migliorare il proprio aspetto e prevenire molte malattie. Certo, come in ogni cosa, anche in questo occorre la giusta misura. Praticare attività sportiva non significa necessariamente sottoporsi a sforzi abnormi o ad allenamenti sfiancanti. Per sentirsi in forma basta una “dose regolare” di sport fatto con regolarità. Si innesca, inoltre, un “circolo virtuoso”: più fai sport, più ne faresti, perché la tua autostima (oltre al tuo grado di allenamento) aumenta sempre più.

 

Fare regolare attività fisica comporta il rilascio di preziose sostanze ormonali

 

A livello fisiologico, praticare attività sportiva comporta il rilascio dell’adrenalina, sostanza ormonale che serve a scaricare il surplus energetico accumulato. Il problema della nostra quotidianità che, a partire dal luogo di lavoro, ma anche in moltissime altre situazioni, non sempre si riesce a scaricare forti pressioni psicologiche o stress. Le nostre battaglie quotidiane, infatti, si svolgono più a livello mentale che fisico, comportando però una pari tensione muscolare. Questa tensione, se non viene adeguatamente scaricata, rimane “attiva” nel nostro organismo, che va inesorabilmente a un progressivo logoramento. E, in ultima analisi, a farne le spese è proprio la nostra salute. I sintomi di una condizione di stress “cronico” sono stanchezza costante, facile irritabilità, insonnia, disturbi digestivi, mal di testa, tachicardia, indebolimento delle nostre difese immunitarie. Ecco che, ad aiutarci in condizioni di questo tipo, arriva lo sport. “Mens sana in corpore sano”, dicevano non a caso gli antichi. Lo sport fa bene: sia come “valvola di sfogo” che come prevenzione. Come dicevamo, va fatta però attenzione a non eccedere, pena il trasformasi di un’esperienza gioiosa e rilassante a un ulteriore, gravosa fonte di stress. Godiamoci dunque questa Giornata Nazionale dello Sport, ricordandoci però di fare regolare attività fisica anche negli altri 365 giorni dell’anno.

3 giugno giornata dello sport

E voi, a quale sport vi dedicherete domenica? 😀

Anna Maria

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento