Balsami, creme e olii sui capelli per tutto l’anno, ma poi, quando andiamo al mare, è troppo difficile starci dietro. L’acqua di mare, il sole, il vento e la salsedine danneggiano le nostre chiome vaporose e, in men che non si dica, ci lasciano i capelli secchi, una sterpaglia in testa che nemmeno un miracolo può salvare. Quando siamo in vacanza vogliamo semplicemente svegliarci, mangiare due cosucce sfiziose e fiondarci in spiaggia. Nulla di più. Tutte le mattine del resto dell’anno, diciamocelo, non abbiamo problemi a dedicare qualche minuto alla crema o alla cura dei capelli. Tutto purché andare in ufficio.

Quella settimana o due di mare, invece, potrebbero essere l’occasione per prendersi cura ancora meglio della nostra chioma e quindi, al mattino, prima di prendere il telo da mare steso la sera prima, acchiappare la crema solare e uscire, potremmo rallentare un attimo e usare prodotti per proteggere i capelli dalle asperità della vita da spiaggia. Per prevenire i danni, basta distribuire sulla chioma un po’ di gocce di olio secco nutritivo e protettivo: ne esistono di mille marche e mille combinazioni, studiate per tipologia di capello. I più gettonati, 100% naturali sono l’olio secco di argan, di lino e di ricino. Questi oli, al sole, formano una pellicola protettiva attorno al capello, perfetto per proteggere da sale, vento e sabbia. Alcuni resistono anche all’acqua e contengono SPF. Cosa chiedere di più?
L’olio secco può essere applicato sui capelli umidi o asciutti. La cosa importante è, una volta applicato, non frizionare, legare o pettinare troppo i capelli e, al massimo, usare un pettine a denti laghi, magari di legno. Per essere sicure, meglio tenere una boccetta di olio secco sempre nella borsa mare e riapplicarlo un paio di volte nel corso della giornata.

via GIPHY

Di ritorno dalla spiaggia a fine giornata, dopo esserci tolte la sabbia dai piedi, possiamo provare una maschera naturale per restituire ai capelli secchi quell’idratazione che hanno perso. Sul web girano maschere fatte con l’uovo, ma non mi ci sono mai avventurata. Non so voi, ma un po’ la cosa mi disgusta.
Quindi, uovo e maionese a parte, ecco quali ingredienti facilmente reperibili al supermercato, possiamo usare per aiutare i capelli secchi e sfibrati:

Yogurt e panna – Bastano 30 minuti perché i grassi contenuti all’interno di yogurt e panna idratino i capelli, mentre l’acido lattico riesca a rimettere in riga le squame del capello, ricompattandolo. Almeno per questa volta, quindi, non scegliete yogurt magri o diet, non avrebbero lo stesso effetto.

Miele e olio d’oliva o di mandorle – Il miele è perfetto per le sue proprietà emollienti e idratanti. Basta sciogliere 2 cucchiai di miele in un po’ di acqua e aggiungere due cucchiai di olio di oliva o olio di mandorle. Questa miscela funziona meglio se applicata sui capelli umidi e lasciandola in posa dai 15 ai 30 minuti. Se la nostra chioma chiede aiuto, potremmo anche aggiungere un avocado che, con le sue proteine, darà il boost alla maschera.

 

 

Silvia Turci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento