Ma quanta neve è caduta in questi giorni? L’anno scorso a Milano c’erano 17 gradi e adesso andiamo a spasso tra i pupazzi di neve.
Quando devo uscire di casa la prima cosa che penso è mettermi la tuta da sci, oppure i vestiti tecnici degli scalatori professionisti, quelli che sfidano l’Everest o il K2. Invece no. Non cederò a questa molesta tentazione! Vade retro Satana. 

Mi vestirò pesante ma allo stesso tempo sarò stilosa. Giochiamo sullo stile street e tutto andrà bene!

Cappellino di lana, di quelli sportivi da skater, camicia di lana scozzese benissimo il rosso, ma anche il verde non é male, felpa nera in pile con cappuccio, collant, jeans strappati e stivaletti bassi con pelo interno. Quelli sì che spaccano. Ti fanno sentire in pantofole anche se cammini su una lastra di chiodi congelati.
Poco femminile? Non mi interessa, la femminilità nel 2018 sta nel carattere, il vecchio detto l’abito non fa il monaco è sempre al passo coi tempi. E poi in questi giorni sarò sempre pronta al selfie stile “poser”.

Probabilmente non riuscirò a rubare il cuore di un calciatore con i capelli ingellati e il completo gessato, ma se incontrassi Fabri Fibra?
Sicuro lascerei il segno!

#poseralcalduccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il commento